loader

Funzionalità

Scopri le funzionalità che rendono Ceramio lo strumento più adatto per accompagnare il rivenditore ceramico nella sua attività lavorativa quotidiana. Di seguito sono descritte le principali caratteristiche funzionali del software.

  • arrotondamento-scatole-ribo-ceramio

Arrotondamento scatole

  • Il venditore SENZA Ceramio

    Il tradizionale modo di operare dei venditori ceramici prevede una visita alla sala mostra con i clienti, a cui vengono mostrati i vari Box Espositori e le piastrelle in vendita. Finito questo giro, e abbozzate alcune idee, si torna alla scrivania con listino prezzi, catalogo, PC, calcolatrice. Se ci sono più venditori, bisogna passarsi il listino e il catalogo.

    Ma il problema grosso è il calcolo delle quantità e dei prezzi. Il rivenditore acquista dal produttore le scatole di piastrelle, le piastrelle non sono sempre 10x10, e le scatole di piastrelle non contengono molto spesso 1 m2.

  • Il Venditore deve:

    • verificare sul catalogo se la piastrella scelta c’è nel formato richiesto e nel colore richiesto
    • calcolare quante piastrelle servono al cliente
    • verificare la quantità per scatola di conseguenza calcolare la quantità necessaria
    • verificare sul listino il prezzo pallettizzato o spallettizzato, e scrivere il preventivo
  • Il Venditore CON Ceramio

    Grazie all'adozione di Ceramio, invece, le modalità operative cambiano e diventano decisamente più agevoli: dopo la visita con i clienti alla sala mostra, si torna alla scrivania con Ceramio.

    Il Venditore deve inserire le piastrelle richieste dal cliente nella quantità necessaria; del resto si occupa Ceramio, che in automatico:

    • verifica l'esistenza della piastrella richiesta in un preciso formato e colore, consultando listini importati con i dati aggiornati;
    • arrotonda le quantità richieste alle scatole intere: tra le informazioni importate c’è la quantità per scatola;
    • assegna il prezzo corretto in base alla quantità inserita
  • aggiornamento-listi

Import listini

  • Questo aspetto delicato e strategicamente molto importante per le aziende, è stato studiato e realizzato per agevolare l’importazione dei listini per i più diffusi fornitori: i listini verranno scaricati, elaborati e gestiti con pochissimi click.

    Ceramio permette di gestire non solo le ceramiche, ma aiuta l’azienda, l’imprenditore a gestire tutto il magazzino e la parte dedicata alle piastrelle; questo significa che con Ceramio è possibile importare i listini di qualsiasi categoria dall’arredo bagno ai complementi d’arredo in genere, dai sanitari alle colle e stucchi, dal cotto al parquet.

  • La soluzione studiata per l’aggiornamento è fatta in modo intelligente e interattivo, non vengono importati solo codice e prezzo, ma vengono importate tutte le informazioni fondamentali per il rivenditore:

    • il codice del produttore
    • la descrizione (decidendo se mantenere la propria o se farla aggiornare dal nuovo file)
    • la serie e il formato
    • il prezzo, palletizzato e spallettizzato
    • le quantità per pallet e per collo (scatola)
  • I prodotti vengono codificati utilizzando il codice Originale del produttore, in questo modo si ottengono due risultati fondamentali: non ci si deve ingegnare a inventare codici particolari e quando si fanno gli ordini al fornitore si parla la stessa lingua, si usano gli stessi codici. Non ci sarà più il rischio di ordinare una piastrella 20x20 bianca lucida invece di una piastrella 20x20 bianca opaca, il codice identifica in modo univoco ciò che si sta ordinando.

    Questa soluzione è molto apprezzata dai commerciali e dalle impiegate degli showroom, perché permettono di migliorare il loro lavoro. Ceramio si colloca ai vertici del settore per tecnologia e capacità dei servizi offerti, è in grado di soddisfare ogni richiesta del mercato.

  • Con Import dei Listini non si intende solo l’aggiornamento dei prezzi o delle informazioni dei prodotti, ma al cambio di listino è possibile effettuare anche la pulizia di tutti gli articoli andati fuori produzione non più commercializzati.

  • Per tutti quegli articoli presenti in magazzino ma Fuori Produzione il programma segnala all’operatore lo stato del prodotto. I vecchi Listini invece non vengono cancellati, ma possono essere storicizzati per poter essere ripresi, verificati e controllati in futuro.

    Riassumendo:

    • Import Automatico dei Listini
    • Import Automatico delle caratteristiche dei prodotti
    • Utilizzo dello stesso codice tra cliente e fornitore
    • Pulizia dei prodotti andati Fuori Produzione
    • Storicizzazione dei vecchi listini
  • ceramic-tiles-spa

Integrazione Domus3d

  • Uno degli obbiettivi di Ceramio è quello di semplificare il lavoro al rivenditore ceramico. Spesso durante l’operatività quotidiana si inserisce più volte lo stesso dato, riportandolo in più punti. Ceramio coadiuva il rivenditore ceramico nella gestione delle attività quotidiane e nella fornitura di servizi a valore aggiunto, affiancandolo in ogni aspetto, ottimizzando il lavoro e diminuendo gli errori. In Ceramio infatti è possibile inserire il codice dell’articolo nel preventivo/offerta e poi viene riportato in automatico nella conferma d’ordine, nel DDT, nella Fattura, nell'ordine fornitore ecc…

    Pensare all’integrazione di Ceramio con DomuS3D®, il software di progettazione di interni più diffuso al mondo nel settore ceramico, è stato un passaggio quasi scontato. Grazie alla completa integrazione con il software di progettazione, Ceramio è in grado di ricevere le informazioni relative al computo metrico e inserirle nel ciclo documentale del gestionale in modo da ottimizzare i tempi di gestione del cliente.

  • Nella pratica i passaggi in Sala Mostra diventano:

    • studio della soluzione personalizzata con DomuS3D®
    • Import del computo metrico in Ceramio in un preventivo (o conferma d’ordine)
    • Ordine a fornitore
    • Nota di Carico
    • DDT consegna al cliente
    • Fattura

    ...tutto a portata di click!

  • ciclo-di-fabbricazione-delle-piastrelle-di-ceramica
  • toni-e-calibri-ceramio

Toni e calibri

  • Le piastrelle di ceramica sono delle lastre di vario formato e di spessore relativamente sottile di materiale ceramico. Come tutti i materiali ceramici - ad esempio la stoviglieria (piatti,tazze, etc.), i sanitari (lavabo, bidet, WC, etc.), i laterizi (mattoni,tegole, etc.) - le piastrelle di ceramica vengono ottenute a partire da impasti di argille, sabbia ed altre sostanze naturali. Tali impasti, dopo apposita preparazione, vengono foggiati nella forma desiderata e quindi cotti a temperatura elevata (da 1000 a 1250°C,a seconda del tipo). Il risultato di tale lavorazione comporta delle difformità di toni e calibri.

  • Ceramio risolve il problema di importare e codificare i listini dei produttori in modo semplice, ma chi gestisce le piastrelle sa che un grosso scoglio da superare nel settore ceramico è la gestione dei Toni e Calibri.

  • Chi non è del settore si chiede cosa siano i Toni e Calibri. Pensate alle piastrelle come a una sfornata di biscotti: quando il pasticcere impasta gli ingredienti, mischia uova, farina, burro e lievito, e seguendo la ricetta, preriscalda il forno per fare i biscotti. Più o meno succede la stessa cosa con le piastrelle... ma come per i biscotti, anche nelle creazione delle piastrelle può capitare che nell'impasto venga messo un po' più di colorante del solito, o che il forno sia un po' più caldo, oppure che venga messo un po' più di lievito. Di conseguenza ogni piastrella può lievitare un po' di più e variare di poco il Calibro; se invece è stato aggiunto un po' troppo (o troppo poco) colorante, può variare leggermente il colore, e cambia il Tono.

  • I produttori gestiscono queste varianti, con un codice che identifica Tono e Calibro; resta al rivenditore gestire nel suo magazzino le giacenze e i riordini. Si pensi alla posa delle piastrelle in una stanza dove si sono usati due Toni diversi, si avrebbe metà stanza con un tono e metà con un altro. O ancora peggio avere due calibri diversi, che vuol dire due misure leggermente diverse: il risultato sarebbero delle fughe sfasate a metà stanza.

    In questo caso... non si può non utilizzare Ceramio!

  • Ceramio consente di evitare l’aggiunta di un nuovo codice per l’identificazione del tono e calibro alla fine del codice prodotto, che moltiplica il codice, non facilita l’utilizzo e complica la ricerca.

    In Ceramio, all’interno dell’anagrafica della piastrella, è presente una tabella con la codifica dei vari Toni e Calibri. Ogni volta che viene movimentata una piastrella con un documento (acquisto, vendita, trasferimento, ordine), vengono indicati anche Tono e Calibro corrispondenti. In questo modo, il rivenditore ha modo di vedere in qualsiasi momento la giacenza e/o l’impegno della piastrella in generale, o del singolo Tono e Calibro

  • cantieri-e-pose-ceramio-software-gestionale-per-ceramisti

Cantieri e pose

  • Il Cantiere

    In Ceramio è presente in tutti i documenti (e in tutte le corrispondenti righe), l’informazione relativa al cantiere e all’ambiente. Sia nei documenti cliente, sia nei documenti fornitore viene sempre riportato il cantiere, in modo che sia possibile generare statistiche relative alla redditività di ogni singolo cantiere. Il fatto di poter inserire nella riga del documento l’ambiente dove verrà posato l’articolo permette di estrapolare dati strategici, quali le statistiche di utilizzo di un determinato articolo, gli indici di utilizzo e il relativo turnover.

  • La programmazione dei Lavori

    Conoscere lo stato di avanzamento dei lavori di un cantiere, programmare nel tempo gli interventi in cantiere, assegnare il posatore ad un certo cliente, ricordarsi di fare il SAL e chiedere l’acconto ad un certo stadio del lavoro: tutte queste sono precise necessità del rivenditore ceramico, che deve riuscire a gestire il tutto in modo semplice e immediato.

  • La Programmazione Lavori, attraverso un elenco di operazioni che devono essere eseguite all’apertura di un nuovo cantiere, è uno strumento che permette di inserire le date previsionali di quando verranno effettuati i lavori (secondo gli accordi con il cliente), di quando i lavori sono stati effettuati effettivamente e sono stati terminati, di assegnare l’operatore che deve fare il lavoro (es. il posatore).

    La funzione comprende un efficace gamma di stampe che permette di vedere i lavori aperti scaduti, i lavori da effettuare in un certo periodo di tempo (es. l’elenco dei posatori e dei lavori che devono fare la settimana successiva), i soli SAL da preparare.

  • Calcolo compenso Posatore

    Per chi oltre a gestire i cantieri, deve gestire anche i posatori esterni, c’è un ulteriore criticità: capire se si sta pagando correttamente il posatore. Spesso il posatore torna dal cantiere e comunica (verbalmente o su documenti cartacei) i metri posati e le giornate lavorate. È di solito compito del rivenditore verificare le pose dichiarate e in base al tipo di posa calcolare il compenso dovuto al posatore, lavoro che richiede non poco tempo.

  • Con Ceramio il lavora si semplifica, in quanto è possibile rilevare in un documento il Cantiere/Cliente, il posatore, la quantità posata e il tipo di posa. A fine mese, con un semplice clic viene estrapolato il riepilogo di quanto posato, e di quanto è dovuto al posatore.